Pubblicato il 30 Luglio 2022 Da In Primo piano Con 1315 Letture

DEPOSITATO PRESSO IL CGA PER LA REGIONE SICILIANA APPELLO CAUTELARE

Le Associazioni L.C.S. – Liberi Cacciatori Siciliani, A.N.CA Associazione Nazionale Cacciatori e Italcaccia Sicilia con il sostegno di Sicilia Nostra facendo seguito a quanto anticipato nel precedente comunicato del 25/7 u.s. informano di avere depositato presso il Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana appello cautelare per la totale riforma dell’ordinanza del TAR Palermo. In seno al suddetto appello è stato anche richiesto un provvedimento urgente del Presidente del CGA al fine di sospendere l’efficacia dell’ordinanza dello stesso TAR Palermo fino all’udienza della Camera di Consiglio che verrà fissata nel prossimo mese di settembre (la prima utile potrebbe essere il 7 settembre).

Il provvedimento del Presidente del CGA, se favorevole, restituirebbe ai tutti i cacciatori siciliani ed a tutto l’indotto, gravemente danneggiati dalla decisione cautelare del TAR Palermo, peraltro in netto contrasto con quanto deciso da altra sezione dallo stesso TAR nella scorsa stagione venatoria, la possibilità di esercitare sin dal 1° settembre 2022 l’attività venatoria come da CV.

Il procedimento incoato con l’appello cautelare oggi notificato, in sede di decisione da parte del CGA, verrà poi riunito al procedimento relativo all’appello cautelare notificato ieri dall’Avvocatura dello Stato di Palermo per conto dell’Assessorato Regionale

Si resta assolutamente fiduciosi nella pronuncia del CGA che non potrà non rilevare l’assoluta legittimità del calendario e l’infondatezza delle motivazioni poste a fondamento della ordinanza della terza sezione TAR Palermo.

Vi terremo come sempre costantemente informati sugli ulteriori sviluppi.

Catania 30/07/2022

error: Contenuto protetto